banking-4896672_380
Spese detraibili anche se pagate con il bancomat del figlio
26 ottobre 2020
380x260
Gli Indici di affidabilità fiscale e l’adeguamento
6 novembre 2020
corona-380

Premessa

In seguito agli incontri istituzionali tra il Governo e le associazioni di categoria, il Consiglio dei Ministri ha approvato il DL Ristori che introduce ulteriori misure urgenti per la tutela della salute e per il sostegno ai lavoratori e ai settori produttivi, nonché in materia di giustizia e sicurezza connesse all’epidemia da COVID-19.

Qui di seguito l’elenco dei Codici ATECO beneficiari delle nuove misure:

Codice ATECO

%

493210 – Trasporto con taxi

100%
493220 – Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente 100%
493901 – Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano 200%
551000 – Alberghi 150%
552010 – Villaggi turistici 150%
552020 – Ostelli della gioventù 150%
552030 – Rifugi di montagna 150%
552040 – Colonie marine e montane 150%
552051 – Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence 150%
552052 – Attività di alloggio connesse alle aziende agricole 150%
553000 – Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte 150%
559020 – Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero 150%
561011-Ristorazione con somministrazione 200%
561012-Attivita’ di ristorazione connesse aziende agricole 200%
561030-Gelaterie e pasticcerie 150%
561041-Gelaterie e pasticcerie ambulanti 150%
561042-Ristorazione ambulante 200%
561050-Ristorazione su treni e navi 200%
562100-Catering per eventi, banqueting 200%
563000-Bar e altri esercizi simili senza cucina 150%
591300 – Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi 200%
591400-Attivita’ di proiezione cinematografica 200%
749094 – Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport 200%
773994 – Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi 200%
799011 – Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d’intrattenimento 200%
799019 – Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non dalle agenzie di viaggio nca 200%
799020 – Attività delle guide e degli accompagnatori turistici 200%
823000-Organizzazione di convegni e fiere 200%
855209 – Altra formazione culturale 200%
900101 – Attività nel campo della recitazione 200%
900109 – Altre rappresentazioni artistiche 200%
900201 – Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli 200%
900209 – Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche 200%
900309 – Altre creazioni artistiche e letterarie 200%
900400-Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche 200%
920009 – Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo) 200%
931110-Gestione di stadi 200%
931120-Gestione di piscine 200%
931130-Gestione di impianti sportivi polivalenti 200%
931190-Gestione di altri impianti sportivi nca 200%
931200-Attività di club sportivi 200%
931300-Gestione di palestre 200%
931910-Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi 200%
931999-Altre attività sportive nca 200%
932100-Parchi di divertimento e parchi tematici 200%
932910-Discoteche, sale da ballo night-club e simili 400%
932930-Sale giochi e biliardi 200%
932990-Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca 200%
949920 – Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby 200%
949990 – Attività di altre organizzazioni associative nca 200%
960410-Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali) 200%
960420-Stabilimenti termali 200%
960905 – Organizzazione di feste e cerimonie

200%

Contributo a fondo perduto

I soggetti beneficiari sono soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle riferite ai codici ATECO riportati nella tabella precedente.

Requisiti:

  • ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 inferiore ai 2/3 dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019;
  • partita IVA attiva al 25 ottobre 2020.

I soggetti che hanno attivato la partita IVA a partire dal 1° gennaio 2019 non devono verificare il calo del fatturato.

Per tali soggetti l’ammontare del contributo è determinato applicando le percentuali riportate nell’Allegato 1 agli importi minimi di 1.000 euro per le persone fisiche e a 2.000 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

Per i soggetti che hanno già presentato l’istanza per il CFP del DL Rilancio la somma da corrispondere sarà parametrata ad una percentuale della somma già corrisposta in precedenza e sarà accreditata direttamente sul conto corrente bancario o postale.

Per i soggetti  che non hanno presentato l’istanza l’Agenzia delle Entrate riaprirà il canale web per consentire di presentare l’istanza e, successivamente, calcolare la quota di contributo spettante sulla base degli stessi parametri utilizzati per il contributo del DL Rilancio. I termini e le modalità per la trasmissione delle istanze saranno definiti con un apposito Provvedimento.

Il contributo può essere richiesto anche dai soggetti con ricavi e compensi annui superiori a 5 milioni di euro. In tal caso, l’ammontare del contributo è calcolato applicando la percentuale del 10% alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019.

L’importo massimo del contributo non potrà essere superiore a € 150.000,00.

Operatori turistici e cultura

Il fondo Agenzie di Viaggio e Tour Operator è stato incrementato a 400 milioni di euro.

Il fondo Spettacolo Cinema e Audiovisivo è stato incrementato a 100 milioni di euro.

Il fondo per le Emergenze delle Imprese e delle Istituzioni Culturali è stato incrementato a 50 milioni di euro. Le risorse sono ripartite tra gli aventi diritto, in applicazione di quanto già stabilito con i decreti del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, adottati ai sensi degli articoli 182 e 183 del DL Rilancio in modo da poter soddisfare in misura congrua la vasta platea degli operatori che hanno già fatto richiesta del contributo nei termini stabiliti dagli stessi decreti ministeriali e dai relativi bandi.

Per l’acquisto di titoli di accesso per spettacoli dal vivo fino al 31 gennaio 2021 si applicano le disposizioni previste dall’articolo 88, commi 1 e 2 del DL Cura Italia.

Il Tax Credit Vacanze, per cui si può presentare domanda fino al 31/12/2020 è riconosciuto, una sola volta, per i periodi d’imposta 2020 e 2021. Il credito è utilizzabile dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2021.

Credito d’imposta locazioni non abitative

I soggetti beneficiari sono soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle riferite ai codici ATECO riportati nella tabella precedente.

Il credito d’imposta delle locazioni non abitative è stato esteso ai mesi di Ottobre, Novembre e Dicembre. 

I requisiti sono:

  • calo del fatturato di almeno il 50% nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020, rispetto ai corrispondenti mesi del 2019;
  • nessuna limitazione sul volume dei ricavi per i soggetti che operano nei settori economici interessati dalla misura.

La misura del contributo è pari al:

  • 60% dei canoni di locazione di immobili ad uso non abitativo;
  • 30% dei canoni per affitto d’azienda.

Contributo a fondo perduto imprese agricole

Viene introdotto il riconoscimento di un contributo a fondo perduto alle imprese agricole, della pesca e dell’acquacoltura.

Il contributo si applica nel rispetto dei limiti e delle condizioni previsti dalla Comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020 C(2020) 1863 final “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”, e successive modifiche e integrazioni.

Con apposito decreto saranno definite la platea dei beneficiari e i criteri per usufruire dei benefici.

Cancellazione II rata IMU

La seconda rata dell’IMU, in scadenza il 16 dicembre 2020, non è dovuta dalle attività economiche dell’Allegato 1, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività esercitate.

Proroga 770

Il termine per la presentazione del 770, relativa all’anno di imposta 2019, è prorogato al 10 dicembre 2020.

Sospensione procedure immobiliari prima casa

Viene prorogata la sospensione su tutto il territorio nazionale di ogni procedura esecutiva per il pignoramento immobiliare, ai sensi dell’articolo 555 c.p.c. (Forma del pignoramento) che abbia ad oggetto l’abitazione principale del debitore fino al 31 dicembre 2020.